Affiliato al CMCC

Nuovi obiettivi di resilienza per la protezione civile

N

Mercoledì 8 febbraio la Commissione Europea ha adottato una Raccomandazione e una Comunicazione per stabilire obiettivi comuni volti ad  aumentare la resilienza del territorio europeo nei confronti di pericoli naturali come terremoti, alluvioni e incendi.

Dal 2001 è attivo il Meccanismo europeo di protezione civile, che mira a rafforzare la cooperazione in materia di protezione civile tra gli stati membri e otto ulteriori stati partecipanti, migliorando la prevenzione, la preparazione e la risposta a disastri.

I nuovi obiettivi di resilienza, dunque, mirano a migliorare la capacità di anticipare e fronteggiare gli impatti di eventi emergenziali futuri. Tali obiettivi sono:

  1. Anticipare: migliorare la valutazione, dei rischi, identificando vulnerabilità in settori critici, e perfezionare la pianificazione della gestione delle emergenze.
  2. Preparare: aumentare la consapevolezza collettiva dei rischi e la preparazione della popolazione in caso di emergenza.
  3. Allertare: migliorare i sistemi di allertamento, assicurando una ricezione tempestiva dei messaggi a livello locale, regionale e nazionale.
  4. Rispondere: aumentare la capacità di risposta del Meccanismo europeo di protezione civile, per poter garantire assistenza a paesi colpiti da disastri che richiedono supporto internazionale.
  5. Proteggere: assicurare un sistema di protezione civile solido e continuativo, sia durante che dopo le emergenze, anche attraverso l’aggiornamento di piani e procedure, la condivisione di informazioni e il coordinamento tra diversi settori.

Per promuovere l’implementazione di tali obiettivi verranno lanciate cinque iniziative, una per obiettivo. Tra queste, PreparEU sarà un programma paneuropeo di sensibilizzazione alla resilienza ai disastri per i cittadini europei.

By Chiara Calderaro
Affiliato al CMCC